Apparecchio trasparente: una guida completa

Tutto quello che hai sempre voluto sapere sull’apparecchio trasparente

Cos’è l’apparecchio trasparente

L’apparecchio trasparente rappresenta una rivoluzione nel campo dell’ortodonzia, offrendo un’alternativa moderna agli apparecchi tradizionali.

Si tratta di una serie di mascherine o aligner, realizzate su misura sull’arcata dentale del paziente. Indossate per il tempo necessario le mascherine gradualmente guidano i denti verso la posizione desiderata, proprio come farebbe un apparecchio tradizionale.

 

Il trattamento con l’apparecchio trasparente inizia con il calco delle arcate dentali del paziente realizzato dall’ortodontista con materiale apposito. Una volta ottenute queste riproduzioni, grazie a software specializzati, si procede con la progettazione del percorso di trattamento. Questa fase è molto affascinante: il paziente può, infatti, vedere in tempo reale e con una precisione sorprendente come i suoi denti si muoveranno fase dopo fase, fino a raggiungere l’obiettivo finale. Non solo, ma può anche visualizzare il risultato atteso una volta terminato il trattamento, ricevendo un’anteprima motivante del suo futuro sorriso.

 

Le immagini e i dati raccolti vengono quindi inviati a laboratori specializzati, che utilizzano tecniche di stampa 3D per creare una serie di mascherine o aligner. Ogni mascherina è progettata per fare un piccolo cambiamento, guidando i denti verso la loro posizione finale. Questi aligner sono realizzati in plastica biocompatibile trasparente e resistente, garantendo discrezione e comfort.

 

Il paziente riceve quindi una serie di aligner, di solito suddivisi in lotti. Ogni aligner va indossato per circa 2/4 settimane, a seconda delle indicazioni dell’ortodontista. Dopo quel periodo, il paziente passa al successivo set di aligner, proseguendo così nel percorso di correzione.

 

La frequenza con cui il paziente dovrebbe recarsi dal dentista varia, ma in genere sono previsti controlli ogni 2/4 settimane per assicurarsi che tutto stia procedendo come previsto. Durante questi appuntamenti, l’ortodontista può fare piccoli aggiustamenti se necessario e fornire il prossimo lotto di aligner.

Funziona meglio o peggio del tradizionale apparecchio?

L’efficacia dell’apparecchio trasparente rispetto a quello tradizionale dipende in gran parte dal tipo di malocclusione o problema dentale che si sta trattando. Nel confronto tra l’apparecchio trasparente e il tradizionale apparecchio ortodontico, entrambi hanno i loro punti di forza e di debolezza, e la scelta di uno rispetto all’altro dipende spesso dalle specifiche esigenze e preferenze del paziente.

 

L’apparecchio tradizionale in metallo (qui parliamo di apparecchi fissi, non mobili), è da tempo una soluzione collaudata e ampiamente utilizzata per correggere una vasta gamma di problemi ortodontici. La sua struttura in metallo è attaccata direttamente ai denti, e attraverso l’uso di archi e elastici, esercita una pressione mirata per spostare i denti nella posizione desiderata. La sua capacità di gestire malocclusioni complesse e movimenti dentari significativi è ben documentata, rendendolo una scelta efficace per molte persone.

 

L’apparecchio trasparente, d’altro canto, ha rivoluzionato l’approccio all’ortodonzia, in particolare per gli adulti e gli adolescenti che sono preoccupati per l’aspetto estetico del trattamento. Questo indiscutibile vantaggio estetico lo ha reso una scelta molto popolare, soprattutto tra coloro che desiderano un approccio più discreto all’ortodonzia.

 

Ma andiamo oltre l’estetica. Mentre l’apparecchio trasparente è ideale per correzioni dentali lievi o moderate, ci sono situazioni in cui l’apparecchio tradizionale potrebbe offrire un controllo più dettagliato e preciso, in particolare in casi di malocclusioni particolarmente complesse. Inoltre, il trattamento con l’apparecchio trasparente richiede una certa disciplina da parte del paziente, poiché gli aligner devono essere indossati per almeno 20 ore al giorno per essere efficaci.

 

Tuttavia, una delle maggiori preoccupazioni associate all’apparecchio tradizionale riguarda il disagio o l’irritazione che i brackets e i fili possono causare nelle prime settimane di trattamento e dopo ogni regolazione. Gli aligner trasparenti, essendo lisci e privi di spigoli vivi, tendono ad essere più confortevoli sotto questo aspetto.

L’apparecchio trasparente va bene per tutti?

La domanda se l’apparecchio trasparente sia adatto a tutti è molto pertinente, specialmente in un’epoca in cui l’estetica e il comfort hanno assunto un ruolo centrale nella decisione di intraprendere un trattamento ortodontico. Analizziamo i vari fattori, sia oggettivi che soggettivi, che possono influenzare questa scelta.

 

Fattori Oggettivi:

 

Complessità del Caso: Come menzionato in precedenza, non tutte le malocclusioni o le disallineazioni dentali possono essere efficacemente trattate con l’apparecchio trasparente. Mentre piccoli spostamenti o correzioni di rotazioni leggere sono facilmente gestibili con gli aligner, malocclusioni più complesse o problemi severi di affollamento possono richiedere un approccio ortodontico più tradizionale.

 

Età del Paziente: L’apparecchio trasparente è spesso preferito da adolescenti e adulti per il suo aspetto discreto. Tuttavia, per i bambini più piccoli o in fase di crescita, l’uso di apparecchiature tradizionali potrebbe essere più appropriato, poiché consentono un maggiore controllo sui movimenti dentari in presenza di denti decidui o di un mix tra denti decidui e permanenti.

 

Fattori Soggettivi:

 

Disciplina e Responsabilità: Una delle sfide dell’apparecchio trasparente è la necessità per il paziente di essere disciplinato. Gli aligner devono essere indossati per la maggior parte del giorno e ciò richiede un impegno costante. Le persone che ritengono di poter dimenticare o non vogliono la responsabilità di gestire le mascherine potrebbero optare per un apparecchio fisso.

 

Preferenze Estetiche: L’apparecchio trasparente offre un vantaggio ineguagliabile in termini di discrezione. Per coloro che lavorano a contatto con il pubblico, partecipano a eventi sociali o semplicemente desiderano una soluzione meno visibile, l’apparecchio trasparente rappresenta una scelta ideale.

Comfort e Stile di Vita: Per coloro che praticano sport o suonano strumenti a fiato, la possibilità di rimuovere l’apparecchio durante queste attività è un grande vantaggio. Inoltre, l’assenza di fili e brackets riduce il rischio di ferite o abrasioni.

Quali sono i vantaggi dell’apparecchio trasparente?

L’apparecchio trasparente ha rivoluzionato il mondo dell’ortodonzia, offrendo ai pazienti un’opzione che combina efficacia e estetica. Ma quali sono i vantaggi principali di questo trattamento? Ecco una panoramica approfondita dei punti di forza dell’apparecchio trasparente:

 

Estetica ineguagliabile: Il più ovvio e celebrato vantaggio dell’apparecchio trasparente è, naturalmente, la sua natura quasi invisibile. Realizzati in materiale plastico trasparente, gli aligner sono praticamente impercettibili quando indossati. Ciò offre un’alternativa esteticamente gradevole agli apparecchi tradizionali, particolarmente apprezzata da adolescenti e adulti.

 

Comfort migliorato: A differenza degli apparecchi metallici che possono causare irritazioni alle gengive, alle guance o alla lingua a causa di fili e brackets, gli aligner trasparenti sono lisci e ben modellati per adattarsi con precisione ai denti. Ciò riduce notevolmente il disagio.

 

Igiene orale facile: L’apparecchio trasparente è rimovibile, il che significa che può essere tolto quando si mangia o si beve. Ciò non solo previene la formazione di macchie sui denti ma facilita anche la pulizia sia degli aligner che dei denti stessi.

 

Flessibilità nell’alimentazione: Poiché gli aligner possono essere rimossi, non ci sono restrizioni alimentari. A differenza degli apparecchi tradizionali, non c’è il rischio di rompere brackets o fili mangiando cibi croccanti o appiccicosi.

 

Predizione dei risultati: Grazie alla tecnologia di scansione e simulazione 3D, i pazienti possono vedere una previsione del loro risultato finale prima ancora di iniziare il trattamento. Questa “anteprima” è motivante e rassicurante.

 

Risultati in tempi rapidi: Anche se la durata del trattamento varia da persona a persona, molti pazienti riferiscono di vedere cambiamenti significativi in tempi relativamente brevi, a volte anche in pochi mesi. E il fatto di poter togliere l’apparecchio per godere di volta in volta del risultato è un piacevole stimolo all’adempimento dell’impegno.

Adattabilità allo stile di vita: Che si tratti di suonare uno strumento, di fare sport o di partecipare a un evento speciale, la possibilità di rimuovere temporaneamente l’apparecchio trasparente offre un livello di flessibilità che gli apparecchi tradizionali non possono offrire.

Cosa succede se non raggiungo i risultati desiderati?

Affrontare un trattamento ortodontico è un impegno non solo economico, ma anche di tempo e di energia. Pertanto, è assolutamente legittimo chiedersi cosa accade se, alla fine del percorso, il risultato sperato non è stato raggiunto. Fortunatamente, con gli apparecchi trasparenti, la prevedibilità del trattamento è uno dei suoi punti di forza principali.

 

Capita raramente, ma in alcuni casi il paziente potrebbe non ottenere esattamente il risultato promesso alla fine del trattamento iniziale. In situazioni del genere, la maggior parte delle principali case produttrici di apparecchi trasparenti offre una sorta di “garanzia di soddisfazione”. Ciò significa che, se il paziente non raggiunge il risultato desiderato e promesso inizialmente, la casa produttrice fornisce ulteriori set di aligner, senza costi aggiuntivi, per assicurarsi che il paziente raggiunga l’obiettivo finale. È una prova tangibile dell’impegno delle aziende a garantire la soddisfazione del paziente e la fiducia nella loro tecnologia.

 

È importante notare che il successo del trattamento non dipende solo dalla tecnologia o dall’ortodontista, ma anche dall’adempimento del paziente. La disciplina nel seguire le indicazioni, come indossare gli aligner per il numero raccomandato di ore al giorno e cambiare gli aligner nel giusto ordine e tempistica, è fondamentale per il successo del trattamento.

Domande frequenti

1 – Quanto tempo dura il trattamento con l’apparecchio trasparente?

Dipende dal caso specifico, ma in media, il trattamento dura dai 12 mesi ai 2 anni.

 

2 – Posso mangiare mentre indosso l’apparecchio trasparente?

È consigliabile rimuovere l’aligner durante i pasti e rimetterlo dopo aver pulito i denti.

 

3 – Quanto spesso devo vedere l’ortodontista durante il trattamento?

Le visite sono generalmente programmate ogni 2-4 settimane.

 

4 – L’apparecchio trasparente causa dolore?

Potrebbero esserci sensazioni di pressione o leggero disagio ogni volta che si inizia con un nuovo set di aligner, ma sono temporanei.

 

5 – Cosa succede se perdo una mascherina?

È importante contattare immediatamente l’ortodontista per determinare i passi successivi e prevenire interruzioni nel trattamento.

RICHIEDI VISITA
Clicca qui
NUMERO VERDE
800.97.84.97
CERCA IL CENTRO
Clicca qui


    TI CONTATTEREMO NOI
    SENZA IMPEGNO
    PER QUALSIASI INFORMAZIONE
    LASCIACI I TUOI RECAPITI







    oppure chiama

    PROBLEMI
    E SOLUZIONI

    I nostri esperti
    consigliano

    Color Skin

    Nav Mode